Tutti gli articoli di Redazione

Piccoli trucchi per risparmiare gas in cucina

Al giorno d’oggi risparmiare è tutto, considerando soprattutto i recenti aumenti che hanno avuto alcune delle principali risorse di consumo. Una di queste risorse è naturalmente il Gas: sempre più costoso, sempre più necessario alla vita di tutti i giorni, è un elemento indispensabile per cucinare o semplicemente scaldare la propria casa. Considerando questa come una risorsa molto preziosa, vediamo cosa si può fare per consumarne attualmente di meno.

  • Non tutto richiede una cottura a piena potenza.

Nella nostra normale dieta mediterranea, cucinare la pasta è l’abitudine di tutti i giorni. Ma bisogna anche saper gestire la fiamma al volo: bisogna ovviamente usare quella alta per portare l’acqua ad ebollizione, ma non è sempre necessario che questa rimanga tale durante tutta la durata della cottura. L’importante è far anche buon uso del coperchio, mettendolo leggermente alzato quando necessario. Oltre ciò, è anche possibile portare la fiamma ad una potenza media per poter continuare a far bollire l’acqua, ma allo stesso tempo evitare anche di usare una quantità eccessiva di Gas. Questo piccolo “trucco” è possibile con anche altri piatti, ma non sempre.

  • Investite in padelle e pentole di miglior qualità.

Ovviamente, cucinare con i vecchi strumenti ogni giorno può far degradare la loro abilità di trasmettere il calore della fiamma con maggior flessibilità. Per questo è bene anche investire in pentole e padelle che possono attualmente migliorare la qualità della cucina – così come anche la loro velocità di cottura. In poche parole, è un risparmio che si protrarrà nel tempo.

  • Delegate alcune operazioni di cottura ad altri prodotti.

La bolletta della luce ha un costo basso da voi? Allora comprate una piastra elettrica. Quest’ultima è l’ideale se s’intende cucinare qualcosa di veloce e semplice, magari scaldare del latte o preparare una tisana, in certi casi è anche adeguato per preparare qualche ingrediente come il sugo per la pasta, o anche un pasto comunque in generale. In questo caso si evita di usare il fornello e quindi, anche di consumare altro Gas proprio per questo scopo.

  • Cucinate piatti che non richiedono tempi elaborati di cottura, o adattatele.

Friggere delle patatine può essere lungo e lavorato, soprattutto quando si vuole usare una friggitrice ad immersione. Per questo può essere adeguato magari friggerle in una padella, con le patate tagliate adeguatamente per questo scopo. Vi piace cucinare il risotto? Allora preparate il brodo separatamente coe si deve, ma per la cottura usate una bella padella grande e profonda. In questo modo, riuscirete ad ottenere lo stesso risultato sfruttando però meno gas.

iOS 12.5.5 ecco quali iPhone aggiornare

Il supporto tecnico dell’Apple è famoso per essere praticamente sempre presente a dare una mano all’utente, anche a molti anni di distanza. Famosa è certamente la loro scelta di offrire il download di iOS 15 all’iPhone 6S, un prodotto che ha ormai più di 6 anni, seppur con le proprie limitazioni. Ma per quel che riguarda i prodotti più vecchi? Ebbene, c’è sempre qualche piccola precauzione che la casa prende quando necessario. Da qualche tempo infatti, è stata scoperta una vulnerabilità particolare presente in iOS, qualcosa che può essere mirata a tutti i dispositivi – vecchi o nuovi che siano.

Il problema della tecnologia obsoleta

Ora, ci sono cellulari e tablet che hanno quasi 10 anni che sono ancora in uso. Ad esempio l’iPhone 5S è uscito nel 2013, ma è ancora usato. Si tratta dopotutto d’un cellulare perfettamente solido per scopi molto semplici come chiamare, comunicare via messaggi, e così via.

Detto ciò, l’Apple ha voluto rilasciare un aggiornamento chiamato iOS 12.5.5. Questa versione è disponibile per questi modelli di iPhone ed iPad:

-iPhone 5s

-iPhone 6 e 6 Plus

-iPad Air (prima generazione)

-iPad Mini e Mini 2

-iPad Touch (sesta generazione)

Come già descritto questa è esclusivamente una Patch di sicurezza, che è fatta per proteggere i componenti CoreGraphics, WebKit e XNU. Se questi componenti vi sembrano estranei, vi basterà sapere che buona parte di questi sono connessi alla navigazione, quindi basta avere il proprio iPhone connesso alla rete e in ascolto su qualche pagina web per essere a rischio d’infezione. Questa Patch risolve proprio questi problemi.

Come si può ottenere questa Patch?

Come si fa sempre di solito. Connettetevi ad una rete Wifi o ad un segnale stabile, entrate nelle impostazioni generali e controllate l’ultima versione di iOS disponibile. Comunque a prescindere dovrà comparire un avviso che riguarda appunto questo aggiornamento. Altrimenti basta anche connettere il vostro iPhone o iPad ad iTunes (se usate ancora Windows o una vecchia versione di MacOS) o semplicemente a MacOS se questo è aggiornato a sufficienza. Comparirà un avviso che riguarda la presenza dell’aggiornamento. Se avete installato una modifica (Jailbreak) che esclude l’aggiornamento dell’Apple magari è una buona idea ripristinare il tutto ad una versione più efficiente e protetta come questa.