Tutti gli articoli di rosychianese

Cos’è lo spam su internet

Lo spam consiste in email pubblicitarie inviate ad utenti in tutto il mondo che non ne hanno fatto richiesta. È molto complesso fronteggiare questo fenomeno o bloccarlo e gli stessi provider di posta cercano di combatterlo attraverso il rafforzamento di servizi internazionali antispam, dei propri sistemi antispam e basandosi anche sulle segnalazioni degli utenti. Chi fa spam ha come scopo la pubblicità come, ad esempio, comuni offerte commerciali, proposte di vendita di materiale pornografico o illegale, farmaci senza prescrizione medica. Questo per impossessarsi dei dati personali, degli indirizzi email e delle password degli utenti, dei numeri di carta di credito e di conto corrente ecc.

Chi sono gli spammer

Gli spammer sono dei criminali che fanno truffe online attraverso l’invio di email con cui possono chiedere una mano per sbloccare dei soldi da dividere poi con chi riceve la mail, ma, per poterli avere sul conto ti chiedono dei dati bancari, che sono proprio quelli che sperano di sottrarti con l’invio della mail di spam. Lo spam è, quindi, una truffa con cui vengono proposti strane operazioni finanziarie, come una vincita di denaro, con cui i truffatori hanno la scusa di chiedere l’invio delle tue credenziali di accesso del tuo conto corrente online. Oppure, in alternativa, si spacciano per il tuo provider o per la banca con messaggi quasi identici con cui ti ricordano che il tuo servizio sta per scadere o che hai dimenticato un pagamento di una fattura e, prendendoti in contropiede ti chiedono di fare dei versamenti o di inviare IBAN o dati personali. Lo spam coinvolge migliaia di indirizzi e gli spammer si servono di server in luoghi lontani o caselle create sul momento o reali di utenti che non sono a conoscenza della cosa ma a cui è stata violata a causa di password non sicure o perché le credenziali sono circolate in rete perché hackerate su qualche sito dove l’utente aveva fatto l’iscrizione. Gli hacker si impadroniscono degli indirizzi online in vario modo:

  • Copiano in modo automatico gli indirizzi mail che si trovano su Pagine personali, Blog, Forum o Newsgroup;
  • Utilizzano dei software che creano gli indirizzi di mail usando nomi e cognomi comuni;
  • Pubblicano falsi siti web che prelevano il tuo indirizzo, facendo finta di garantire vantaggi e offerte strepitose;
  • Acquistano indirizzi mail da altri spammers;
  • Cercano gli indirizzi nel dark web, dove ci sono tantissime liste che provengono dalla violazione di siti o database.

È difficile bloccare lo spam perché gli spammer usano server e email che cambiano sempre, così come il formato e il corpo dei messaggi.

L’intelligenza artificiale arriva al Palio di Siena

Lo storico e molto apprezzato Palio di Siena mescola la storia e la tradizione con l’innovazione futuristica, nell’evento programmato dal 29 giugno al 2 luglio e dal 13 al 16 agosto, che porta a Siena un mondo di tecnologia che non intacca la storicità che caratterizza uno tra gli eventi più seguiti e importanti italiani. Sarà presente al Palio un avatar di ultima generazione che riesce a rispondere alle domande dei presenti che sono interessati a questo tipo di eventi e di temi. L’avatar rappresenta la copia di Franco Masoni, che è molto conosciuto per aver commentato il Palio di Siena, ed è praticamente identico sia in viso che nelle espressioni, ha addirittura la stessa voce che è stata realizzata attraverso la tecnologia di voice cloning. La cosa molto interessante è che ha un’intelligenza artificiale di ultima generazione che riesce a individuare le emozioni della persona con cui si relaziona. L’avatar si trova al Palio su una specifica landing page che si può visionare con gli smartphone, tablet e pc attraverso il link tiraccontoilpalio.it. Ernesto di Iorio, CEO di QuestIT che è una società italiana che è specializzata nello sviluppo di tecnologie che sono dotate di intelligenza artificiale ha affermato che “L’avatar di Masoni è l’autentica copia digitale della persona reale, poiché dotato anche della voce del noto professionista”. La QuestIT ha esposto la sua tecnologia in altre occasioni oltre che durante il Palio di Siena che, in realtà, è arrivato in ordine di tempo per ultimo nelle date degli eventi a cui ha partecipato. La società di Siena ha, infatti, creato un catalogo insieme a IgoodL, al cui interno, ha tutti degli avatar professionali. Ernesto di Iorio ha aggiunto che “In quanto azienda di spicco nel nostro settore, siamo veramente contenti di poter contribuire alla perfetta riuscita di un evento così importante per il nostro territorio. Il Palio di Siena è una manifestazione storica che, in occasione dell’edizione 2022, sarà arricchita da una vera e propria sterzata di innovazione e tecnologia grazie all’avatar di una voce altrettanto storica come quella di Franco Masoni”. E ha aggiunto: “Nel corso degli ultimi mesi, attraverso anche partnership strategiche e collaborazioni funzionali, abbiamo perfezionato il nostro prodotto: ciò dimostra la nostra ambizione e la nostra volontà di emergere sempre più a livello nazionale ed europeo”. “Siamo convinti che il futuro, anche quello degli eventi, sarà sempre più influenzato dalla presenza dell’intelligenza artificiale e non vediamo l’ora di scendere nuovamente in campo per dimostrare il nostro valore”.