Archivi tag: tecnologia

GIF cose che non sapevi sul formato pió animato della rete

Anche se non è più implementato come un tempo, le GIF sono ancora qualcosa che vengono regolarmente utilizzate dai tantissimi utenti intorno al globo. Alcuni programmi, come Discord, utilizzano le Gif come un principale aspetto di scambio fra reazioni e aneddoti divertenti. Difficile perciò dire se la sostituzione fra APNG ed altri micro-formati di video animati ucciderà le GIF, ma d’altro canto si può dire che le sue origini sono ricche di mistero e curiosità.

Vediamo perciò qualcuna di queste curiosità, così da comprendere di più la lunghissima storia di questo formato d’immagine.

Le GIF non sono nate necessariamente come animazioni

Utenti d’una certa lunga età ricorderanno immagini in formato GIF che non sono mai state necessariamente animate, ma semplicemente qualcosa che ricorda il formato JPG. Semplici immagini statiche, anche se con il potenziale di poter includere più fotogrammi al suo interno. Il punto è che le GIF sono state create nel 1987 come una soluzione ideale per poter offrire immagini leggere, ancora più leggere di quelle bianco e nero che venivano utilizzate senza compressione per alcuni dei servizi dell’epoca. Si parla, in fondo, d’una particolare era – dove internet non era stato ancora propriamente creato nelle sue fondamenta.

Netscape è stato il primo browser a far nascere le GIF come una soluzione globale

D’accordo, fino a quel momento le GIF erano una soluzione specializzata. Ma con l’arrivo di Netscape, le cose sono cambiate parecchio. Difatti questo browser ha voluto osare così tanto da voler implementare attualmente tutte le ultime soluzioni offerte dalla tecnologia di allora, però in nuove e rivoluzionarie direzioni. Nel 1989 le immagini GIF potevano includere tranquillamente vari fotogrammi per sfruttare una piccola animazione, e Netscape decise di includere questa funzione nel loro browser, fin dentro il semplice logo del programma, rilasciato nel 1995. Da quel momento, la GIF animata divenne il simbolo della rete.

Le GIF hanno avuto un secondo momento di gloria grazie ai Meme

Anche se è arguibile, per certi versi le GIF stavano venendo sempre meno sfruttate nella rete, grazie soprattutto all’arrivo della larga banda che permetteva di usare invece dei piccoli videoclip per qualsiasi contenuto preferito, in una risoluzione più raffinata. Eppure, la presenza di animazioni buffe e spassose hanno reso questo formato di nuovo rilevante. Grazie all’arrivo dei meme, che hanno dato non poca benzina alle fiamme nonsense della rete, le GIF si sono viste protagoniste di immagini di satira, con battute sempre più nuove. Grazie a questo settore spesso discusso del web, hanno potuto vedere ancora parecchi anni d’uso.

Le migliori SSD esterne

Inizialmente le SSD erano viste come la soluzione adeguata per ridare velocità e vita ai computer in nostro possesso, senza mancare ovviamente console ed altri prodotti. Ma nessuno aveva mai pensato, a tutti gli effetti,  le loro potenzialità come drive portatili. Al giorno d’oggi le SSD esterne sono richiestissime, proprio perché riescono a fornire una velocità di trasferimento non indifferente, con una resistenza che si protrae per molti anni.

Vediamo dunque quali sono i migliori modelli che sono al momento in vendita, così da andare a colpo sicuro.

Samsung T7

Tra le migliori non poteva che mancare la Samsung, il quale propone una memoria SSD esterna da 500Gb al singolo costo di 89 euro. Si tratta d’un modello capace di sfruttare una criptazione a 256-Bit AES ed ha naturalmente delle prestazioni particolarmente di spicco. Anche se è molto veloce e facile da portare in giro, non ha una memoria DRAM interna, che facilità il recupero di dati persi in caso di qualche problematica. Non ha nemmeno una protezione contro acqua e polvere, perciò rimane piuttosto semplice su questo campo.

SanDisk Extreme 1TB

Volendo puntare ancora più in alto è possibile trovare questa memoria della SanDisk, con uno spazio a disposizione di 1TB ed una resistenza inclusa IP55 contro acqua e polvere. Il tipo di memoria SSD usata in questo caso è una NVMe, estremamente rapida e durevole. Ha anche una criptazione 256-Bit AES a disposizione ed un ottimo gancio nel quale attaccare una cordicella o altri accessori. 160 euro però non sono esattamente per tutti.

WD_BLACK P50

Se cercate una soluzione estremamente compatta, la Western Digital offre una memoria SSD esterna che è per maggior parte dedicata ai videogiocatori, pur non includendo il fatto che può essere utilizzato per un po’ tutte le faccende. Dal costo di 120 euro, è molto veloce ed ha una garanzia di ben 5 anni. Non fatevi ingannare dalle apparenze però, sulla resistenza rimane sempre al livello di tanti altri drive, non avendo un rating IP a disposizione. Offre inoltre solo 500Gb.

LaCie Rugged SSD 2TB

Nonostante non sia conosciutissima sul mercato, la Lacie mette a disposizione delle SSD molto resistenti. Hanno un attacco USB-C (o Thunderbolt 3) ed una certificazione IP67, molto elevata per la sua categoria, con tanto di copertura antiurto assai spessa ed una quantità di spazio enorme. E’ presente anche una garanzia di 5 anni con un recupero dati gratuito. Non include però alcuna protezione criptata ed il suo costo di 450 euro può suonare a dir poco proibitivo.

AData SD700 256Gb

Molto compatta e piccola, sia nella quantità di spazio a disposizione (256Gb) che anche nel suo costo, arrivando ad appena 60 euro. Nonostante tutto ha una certificazione IP68 ed uno standard MIL contro urti e cadute. E’ perciò adeguata ai più maldestri, anche se non è una delle SSD più veloci a disposizione.